Mangia come un climatario per un pianeta sano e un te sano

La nostra salute personale e quella del nostro pianeta non sono mai state così strettamente intrecciate. C'è molto che possiamo fare per garantire un risultato positivo per entrambi. Ogni prodotto che presentiamo è stato selezionato e recensito in modo indipendente dalla nostra redazione. Se effettui un acquisto utilizzando i link inclusi, potremmo guadagnare una commissione.

Non è un caso che ciò che fa bene a noi fa bene anche al pianeta: siamo la specie dominante e, sempre più, determiniamo molto di ciò che accade sulla Terra. Ciò che mangiamo non solo determina la nostra salute e il nostro benessere, ma ha anche un profondo impatto su altre specie, sulla terra, sull'aria, sull'acqua e su altre risorse.




L'agricoltura zootecnica, ad esempio, utilizza più di due terzi dei nostri terreni agricoli ed è la principale fonte di inquinamento dell'acqua, secondo il Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura . La Food and Drug Administration statunitense ha stimato che l'80% degli antibiotici distribuiti in questo paese va agli animali. L'ONU, la rivista medica Lancetta , e una miriade di altre autorità fidate hanno definito la produzione di bestiame uno dei contributori più significativi alla crisi climatica e affermano che crea più emissioni di tutti i trasporti mondiali combinato .



Questi sono tutti campanelli d'allarme seri.






Se cambiamo il modo in cui mangiamo, anche moderatamente, non solo miglioreremo la nostra salute, ma inizieremo anche a salvare il nostro pianeta.

devo lavare le lenzuola nuove prima di usarle?

Supponiamo, per esempio, di togliere gli antibiotici. Verrebbe prodotta meno carne, ma sarebbe più sana, più umanamente allevata e più costosa. Non è una cosa negativa: per prima cosa, rifletterebbe in modo più accurato il costo effettivo dell'allevamento di animali per carne, latticini e uova. Dall'altro, produrrebbe prodotti animali allevati in modo umano, che sono meno distruttivi per il clima e più competitivi. Alla fine ridurrebbe il consumo di carne. Ridurre la carne è uno strumento più potente per frenare il riscaldamento globale rispetto al passaggio da un SUV a una Prius.



Eat-for-Environment-Foods Eat-for-Environment-Foods I 5 migliori alimenti per l'ambiente e i 5 peggiori

Se non hai mai considerato l'idea di mangiare le alghe, ti garantiamo che lo farai ora.

regali per mandare il tuo ragazzo al lavoro
Per saperne di più Credito: Emma Darvick

Se cambiamo il modo in cui mangiamo, anche moderatamente, non solo miglioreremo la nostra salute, ma inizieremo anche a salvare il nostro pianeta. Questo è il principio guida alla base di una dieta climatica e il piano generale è semplice: ridurre la quantità di carne e cibo spazzatura che mangiamo e integrarla con cibi vegetali minimamente trasformati.



Questo modo di mangiare ha molti nomi: qui lo chiamiamo climatico, ma vegetariano, vegano, vegano part-time (come il mio VB6 ), le diete flexitarian, reduceatarian e tutte le diete meno meatarian rientrano nello stesso campo di gioco. Tutto ciò che riduce il consumo di prodotti animali e di cibo spazzatura prodotti industrialmente ci mette sulla strada giusta.

Qualcosa è andato storto. Si è verificato un errore e la tua voce non è stata inviata. Per favore riprova.

Ciò ha il potenziale per migliorare la salute personale, evitare malattie croniche come cancro, diabete, malattie cardiache, ictus e persino Alzheimer. Ridurrebbe anche gli sprechi e l'uso di pesticidi, risparmierebbe denaro, consentirebbe alla maggior parte delle persone di perdere peso e, almeno altrettanto importante, rallentare e persino invertire il riscaldamento globale.

Scelte alimentari intelligenti non significano necessariamente optare per la vita di un vegano o addirittura di un vegetariano. Per alcuni, la salute personale motiverà una nuova dieta; per altri, l'idea di azione comunitaria sarà una forza trainante. Ciò che è vero è che, dati i soldi e il tempo, tutti possono trovare un certo livello di comfort in una dieta più sana di quella che ora passa per convenzionale.

Queste ricette a base vegetale di Jane Goodall (Sì, quella Jane Goodall) mirano a cambiare il mondo, un morso alla volta

Il leggendario ambientalista degli animali vuole che tu #MangiaMeatLess, per la tua salute, per le altre persone, per il pianeta e per la vita di miliardi di animali da fattoria.

Per saperne di più Jane Goodall che mangia il clima Jane Goodall che mangia il clima

Ecco da dove cominciare. La tipica dieta americana prevede più di un chilo al giorno di prodotti animali; la maggior parte del resto delle nostre calorie proviene principalmente da cibi a base di farina bianca, come ciambelle, torte e pane bianco; Patatine fritte, patatine e altri snack; bibite e birra (insieme, rappresentano quasi il 10 percento delle nostre calorie giornaliere); succo di frutta zuccherato; e, infine, piante: frutta, verdura, legumi, cereali integrali e noci, che ne costituiscono in media solo il 5%.

modi per indossare una grande sciarpa

Per mangiare come un climatico, quest'ultima categoria dovrebbe effettivamente costituire la maggior parte delle nostre calorie giornaliere. L'USDA dice il 50 percento; Consiglierei qualcosa di più vicino a 90. Prenderò in prestito un grafico che ho ideato per il mio nuovo libro Animale, vegetale, spazzatura: una storia del cibo, dal sostenibile al suicidio , per dimostrare con quanta facilità ciò può essere ottenuto.

dove comprare mobili economici per il primo appartamento
infografica-carta-alimentare desiderabile infografica-carta-alimentare desiderabile Credito: Julia Bohan

Il bello qui è che non ci sono regole chiare; questo sistema è tutto basato sulla flessibilità. Potresti voler essere un vegano part-time. Potresti voler continuare a mangiare carne, ma in porzioni più piccole. Potrebbero non piacerti i cereali integrali, i legumi o la frutta. Potrebbe essere necessario avere un gelato ogni giorno.

Ci sono altre questioni che influenzeranno le tue scelte: mettere a disposizione la terra per gli agricoltori che vogliono coltivare bene il cibo; accorciare le catene di approvvigionamento in modo che più cibo sia più vicino a casa; trattare i lavoratori (e gli animali) in modo più equo; la sostenibilità relativa dei diversi alimenti; e migliorare l'accesso al cibo reale per tutti.

Il bello qui è che non ci sono regole chiare; questo sistema è tutto basato sulla flessibilità.

Qualunque sia il percorso che scegli, imparerai presto che adottare una dieta climatica non è né oneroso né sgradevole. Aumenta in modo rapido e deciso la tua consapevolezza di un cibo buono, genuino e veramente nutriente. E in questo processo, il tuo consumo personale cambierà, quindi invece di ottenere la stragrande maggioranza delle calorie da prodotti animali, alimenti trasformati e altre cose che generalmente non fanno bene alla salute, la maggior parte della tua energia inizia a provenire da cibi vegetali. Seguire una buona dieta è improvvisamente la nuova normalità e avrai cambiato per sempre il modo di pensare al cibo.

--

Mark Bittman è l'autore di oltre 30 libri, tra cui la serie How to Cook Everything e il suo ultimo, Animale, vegetale, spazzatura: una storia del cibo, dal sostenibile al suicidio , su cui puoi acquistare Amazon . Bittman è attualmente consulente speciale per le politiche alimentari presso la Mailman School of Public Health della Columbia University, dove insegna e ospita una serie di conferenze intitolate 'Cibo, salute pubblica e giustizia sociale'. È anche caporedattore di Riscaldato .

Contenuto relativo